Windows Notebook Upgrades – Blog in aggiornamento

IL Notebook ideale offre, come qua sotto, spazi per gli aggiornamenti. I comodi sportellini sotto i notebook sono spariti ma smontando lo chassis si può comunque aggiungere un modulo da 8 o 16GB o/e si può aggiungere un SSD da 500GB, 1Terabyte o 2 TB in formato (in basso a sx.) 2,5″ che avrà velocità di circa 450MB/s invece dell’SSD NvME (marrone in alto a dx.) che “pompa” fino a 3500MB/s.

il notebook ideale per gli upgrades – RAM a dx. e SSD da 2,5″ a sx.

I dispositivi come le linee business di Lenovo, i ThinkPad e Acer con i TravelMate sono quasi sempre technician friendly per quello che riguarda gli interventi.

si può aggiornare RAM e aggiungere un SSD: vedi dove ?

Un Notebook dovrebbe lasciarsi aprire senza troppa fatica e senza troppe viti e rigorosamente senza colle.

MSI Tornado con 2 slot M.2 per altrettanti SSD NvME e 2 socket per moduli SODIMM DDR4 disponibili per upgrades

La regola di ferro è che più è costoso il notebook e più sarà aggiornabile, ma ci sono ovviamente delle eccezzioni. Per questo prima dell’acquisto meglio informarsi attentamente su internet o farsi consigliare da un esperto. Così non si acquista qualcosa di troppo caro ne con prestazioni troppo scarse per il proprio utilizzo.

Notebook appena aperto, con sistema di raffreddamento ormai non più efficace, che fa spegnere il computer quando d’estate lo si usa per più di mezz’ora. Ripulita la ventola e il dissipatore attaccato alla Heat-Pipe, ho cambiato l’hard disk da 2,5″ con un SSD nello stesso formato.

Notebook con sistema di raffreddamento compromesso dalla polvere, ancora da ripulire

Così, una volta reinstallato Windows 10 e relativi driver, il notebook letteralmente vola; si accende in 12 secondi e i tempi di attesa lavorando sono ridotti a un quinto rispetto a quando aveva l’hard disk. Non male per un notebook del 2011.

Questo ASUS del 2020 sembra composto al 80% dalla batteria, ma è un i7 con VGA GeForce quindi consuma tanto e la batteria non dura comunque oltre le 3/4 ore. Aggiornato l’SSD lento da soli 250GB con un Samsung da 1TB, che nella foto ancora non era inserito, le prestazioni sono migliorate visibillmente.

Gli SSD NvME Samsung EVO Plus sono veloci e affidabili ma se si vuole il massimo in fatto di velocità e durata sotto stress (soprattutto per server che scrivono molti TB al giorno) ci sono quelli della linea PRO che costano circa il doppio. Per i box esterni USB-C o USB-A la velocità superiore dei PRO non verrebbe comunque sfruttata a causa dell’interfaccia USB-C a 10 o al massimo 20Gbit/s.

I 40Gbit/s sonoprevisti dallo standard ma richiedono un controller e un costosissimo cavo Thunderbolt 4 che ha dei chip alle estremità di entrambi i connettori.

Prima di clonare l’hard disk sul nuovo SSD faccio sempre un check approfondito del disco. Se questo trova molti errori ci metterà parecchio tempo per riscrivere i dati in un’altra parte del disco per poi marcare i settori come difettosi. Se l’operazione impiega più di mezz’ora facilmente un tecnico farà una faccia simille alla mia.

Notebook con Hard Disk con molti errori di settore

Un SSD da 2,5″ non contiene parti in movimento

Da noi trovi sempre la miglior consulenza possibile per fornire la macchina da lavoro oppure gaming di cui hai bisogno. Dopo che il cliente ci dice cosa si aspetta componiamo ogni volta un preventivo personalizzato; non troppo scarso e non troppo costoso. Preferiamo componenti di qualità e ben bilanciati ma su richiesta ci possiamo adeguare anche a preventivi con hardware di primo prezzo; competitivi con i modelli offerti dalla grande distribuzione.

PC NB SERVER UPGRADE

Patrick De Angelis

Tuttologo informatico dal 1995. Nato e cresciuto in Toscana vivo in Alto Adige da oltre 25 anni e mi sposto spesso tra le due regioni. Infornatico curioso di conoscere a fondo tutto e come tutto funziona.

Ci teniamo ad essere trasparenti in merito ai dati che noi e i nostri partner raccogliamo e sul loro utilizzo, in modo che tu possa avere un controllo ottimale sui tuoi dati personali. Per ulteriori informazioni, visita la nostra Informativa sulla privacy. Abbiamo aggiornato lo strumento per il consenso ai cookie per offrirti visibilità e controllo maggiori sull’archiviazione delle tue preferenze nel sito. Di recente, alcuni cookie di terze parti sono stati temporaneamente classificati come essenziali, il che significa che sono presenti alcuni cookie non effettivamente necessari per il funzionamento del sito. Stiamo lavorando per risolvere il problema, ma puoi comunque bloccare i cookie essenziali tramite gli strumenti del browser.