TECH BLOG GIUGNO 2021

La Display Week tenutasi al San Jose McEnery Convention Center è stato il primo evento di consumer technology del 2021 e ha mostrato poche novità assolute. Samsung ha presentato il primo device a triplo schermo, mostrando però nella presentazione che a parte l’home screen appositamente disegnato molte app non funzionano con il Triple display ma mostrano soltanto contenuti separati.

Pochissime le altre novità, a parte il nuovo LG da 83″ OLED, che comunque non impressiona visto che gli LED-LCD esistono in formati oltre i 100 pollici. IL pannello più grande del mondo resta quello montato a Times Square a New York, installato da Samsung nel 2021. Questo schermo da 24 milioni di pixel RGB viene al momento noleggiato in leasing a 2,5 Milioni di $ al mese, Google ha già confermato che pagherà l’affitto fino a fine anno.

Il Display gigante da 24 milioni di punti RGB indipendenti

A quanto pare da fine maggio (2021) la situazione schede grafiche gaming dovrebbe migliorare. Nvidia ha reso noto che le nuove versioni delle schede RTX3060, RTX3070 e RTX3080 avranno tutte il limitatore di hashrate, che dimezza le prestazioni della GPU non appena viene rilevato l’utilizzo di mining Ethereum. Questa mossa, unita al recente divieto di mining da parte del governo cinese, dovrebbe scongiurare l’acquisto di container di schede video direttamente in medio oriente e favorire di conseguenza la diffusione in occidente per il mercato Gaming.

Le schede col dimezzatore di hashpower incorporato

I nuovi Apple iPad Pro e iPhone Pro hanno il sensore LIDAR (Light Detection and Ranging) che è uno scanner 3D che sfrutta il Laser per raccogliere e integrare informazioni di profondità e prospettiva nell’immagine finale creata da varie app che lo sfruttano come 3d Scanner App™ oppure Canvas: Pocket 3D Room Scanner

3d Scanner App™ nell’immagine al centro si vedono le informazioni fornite dal LIDAR

Oggi che sto scrivendo l’8 Giugno 2021 c’e’ stato un significativo blocco di tutti i maggiori siti di informazione tra cui: BBC, CNN, Le Monde, Guardian… Tutti non raggiungibili per 5 ore circa. La “colpa” pare non essere da ricercare nell’operato di hackers ma nel malfunzionamento tecnico distribuito dei server di FASTLY. Il provider ha reagito tempestivamente, ha fatto sapere di aver individuato il problema e di essere al lavoro per trovare una soluzione. IL portale stesso del provider tra l’altro non ha mai smesso di funzionare.

L’errore 503: pagina temporaneamente non raggiungibile

La CPU Apple M1 che equipaggia tutti i nuovi Macbook e iMac è la prima ad essere forgiata nel processo produttivo a 5 nanometri. Fa parte della famiglia di processori ARM, quelli che equipaggiano da anni la maggior parte degli smartphone Android. I vantaggi secondo Apple (ci mancherebbe..) sono molti, primo tra tutti l’incremento delle prestazioni; ma Apple non spiega bene bene rispetto a cosa sia l’incremento.

Lo schema elettrico della CPU Apple M1 con processo produttivo a 5nm

PAGINA IN CONTINUO AGGIORNAMENTO FINO ALPROSSIMO

TECH BLOG DI LUGLIO

Patrick De Angelis

Tuttologo informatico dal 1995

Lascia un commento