Computer e Sicurezza

Password e account:
Utilizzare per ogni sito web che richiede una registrazione una password differente oppure usare un indirizzo email dedicato. Consiglio di usare password di almeno 8 caratteri con i primi 5 caratteri sempre uguali modificando gli ultimi tre a seconda del sito in questione. Come carattere speciale consiglio di usare il punto (.) perché si trova sullo stesso tasto nelle tastiere di tutte le lingue. Consiglio inoltre di usare un password manager come Keepass che permette di salvare tutte le proprie password generando un file database di password protetto con una master password.

Keepass: esistono versioni per Windows MacOS Android Linux e IOS

PC condiviso tra casa e lavoro:
se è questo l’utilizzo del computer è consigliabile impostare un account in Windows o MacOS da utilizzare solo per il privato e un secondo account, sempre protetto da password, da utilizzare al lavoro o per home working / smartworking

Macchine Virtuali su Host Computer Macintosh

Homebanking:
La soluzione più sicura in assoluto sarebbe usare una chiavetta avviabile con sopra un Linux apposito da utilizzare solo per fare homebanking. In pratica però utilizzando un computer Windows 10 con un buon antivirus si hanno sempre gli ultimi aggiornamenti di sicurezza che, i prodotti gratuiti come sono la maggior parte delle distribuzioni Linux, non possono garantire.


Smartphone e Tablet:
Ormai è praticamente obbligatorio mettere almeno un PIN o password e eventualmente attivare l’impronta digitale per proteggere l’accesso ai propri dati e App mentre per i virus con Android o IOS ci si salva. Meglio comunque evitare di rootare (Android) o jailbreakkare (IOS) il vostro smartphone in quanto le app ad alta sicurezza come Google Pay e le varie app collegate alla carta di credito smetteranno di funzionare, stesso discorso per le procedure basate su NFC per i pagamenti wireless da Smartphone.

PIN Password o Impronta Digitale sono assolutamente necessarie

App su Smartphone o Tablet:
Installare le app solo da Android Playstore o dal App store di Apple.
La sicurezza del telefono è direttamente proporzionale all’aggiornamento firmware che lo smartphone ha ricevuto. Normalmente coi nuovi telefoni si hanno 3 anni di aggiornamenti compresi.
Controllare dal menù dello smartphone che i permessi delle singole App non siano inutili.

Apple Store
PlayStore Android

Router WiFi e modem ADSL:
Si rivela fondamentale proteggere l’accesso alla propria rete con una password resistente che comprenda sia numeri, maiuscole, minuscole e caratteri speciali. Disattivare sia WPS che UPnP: sono funzionalità confortevoli ma portano anche notevoli rischi di sicurezza nei router.

Router WiFi con Modem ADSL e SIM per 4G

Cosa può succedere se me ne frego della sicurezza ?

Se si ha fortuna non succede nulla ma senza un antivirus commerciale è possibile prima o poi di incappare in un “ransom criptovirus” che codifica tutti i file personali sul computer chiedendo successivamente un pagamento a riscatto della password necessaria per decriptare i dati. A una compagnia tedesca un gruppo di hacker russi ha estorto un milione di euro, hanno preferito pagare gli irraggiungibili (dalle procure italiane) hacker russi per riavere velocemente i propri dati che affidarsi a inutili indagini della Polizia Italiana che all’est non ha nessuna giurisdizione.